FANDOM


Hsuhaocomic

Hsu Hao nel fumetto/Prequel di Mortal Kombat X

Hsu Hao è un assassino mongolo del clan del Dragone Rosso.

Fece il suo debutto in Mortal Kombat: Deadly Alliance, sebbene Ed Boon e John Vogel, Creatori del gioco, abbiano dichiarato che Hsu Hao è il loro personaggio più odiato e per questo in tutti i capitoli in cui compare, viene ucciso.

Hsu Hao, insieme a Drahmin e Chameleon  non apparirà nel nono e decimo capitolo della saga( Mortal Kombat 9 e Mortal Kombat X).

Inoltre è l'unico personaggio che è morto più di una volta.


CaratteristicheModifica

Hsu Hao è un crudele membro del Dragone Rosso.

Nella Linea Temporale Originale, ha aiutato le Forze Speciali a distruggere buona parte delle basi del Dragone Nero, rivelandogli la posizione, e poi gli ha traditi piazzando un dispositivo atomico nella base militare, guadagnandosi l'odio del maggiore Jackson Briggs.

Hsu Hao possiede un cuore artificiale, creato dallo stesso "chirurgo" che ha creato l'occhio bionico al leader del Dragone Nero, Kano.

Questo cuore artificiale ha la caratteristica di emettere potenti raggi laser e di aumentare la forza fisica di Hsu Hao.

Linea Temporale OriginaleModifica

Mortal Kombat: Deadly Alliance Modifica

Il superiore di Hsu Hao, Mavado, diede come nuovo obiettivo all' assassino mongolo, di intrufolarsi nella base delle Forze Speciali americane spacciandosi per un Militante Cinese.

Le Forze Speciali accolsero Hsu Hao, in quanto quest'ultimo disse loro che aveva delle informazioni riguardo la posizione delle basi segrete del Dragone Nero.

Hsu Hao fece parte delle Forze Speciali fino a quando quasi tutte le basi del Dragone Nero furono andate distrutte e l'ultimo membro del Dragone Nero in vita, Jarek, fu dichiarato morto.

A questo punto Mavado informò Hsu Hao che poteva procedere al suo prossimo obiettivo, piazzare una carica nucleare nella base sotterranea delle Forze Speciali e distruggere il portale che permetteva ai soldati di viaggiare tra i reami con facilità. dopo che la Bomba fu innescata Hsu Hao fu in grado di fuggire usando il portale giusto in tempo.

Il Maggiore Jackson "Jax" Briggs, fu coinvolto nell' esplosione ma fu in grado di sporavvivere. A causa di ciò, Jax aveva un conto in sospeso con Hsu Hao.

Dopo che Mavado riuscì a catturare e imprigionare Kano, Mavado ordinò a Hsu Hao di assassinare Shang Tzung in quanto lo stregone del Regno Occulto Quan Chi sospettava tradimento da parte sua.

Mentre Hsu Hao si avviava verso il palazzo di Shang Tzung, Jax gli tese un imboscata e gli strappò il cuore artificiale, uccidendolo.

Mortal Kombat ArmageddonModifica

Hsu Hao tornò inspiegabilmente in Mortal Kombat Armageddon, dove si unì alle Forze del Male nella battaglia dell' Armageddon. Atterrò Kenshi piuttosto velocemente con calcio, e, quando la piramide si formò, Hsu Hao combattè contro Johnny Cage, cadendo dalla piramide insieme all'attore. Morì insieme alla maggior parte degli altri combattenti.

Linea Temporale AlternativaModifica

Mortal Kombat X (Fumetti) Modifica

Daegon, leader del Dragone Rosso, ordinò a Hsu Hao di inseguire ed uccidere Kenshi, presunto infiltrato delle Forze Speciali. Riuscì a sconfiggere Kenshi, e giurò solennemente di uccidere lo spadaccino e suo figlio, Takeda.

Però, prima ancora di mantener fede alla sua promessa, Scorpion difese Takeda da un membro del Dragone Rosso che stava per rapirlo, dopodichè lanciò il suo Kunai nel cuore cibernetico di Hsu Hao prima ancora che quest'ultimo potesse uccidere Kenshi, poi lo tirò verso di sè e,con un pugno caricato,fece un buco enorme nella testa di Hsu Hao, uccidendolo piuttosto in fretta.

Gli altri membri del Dragone Rosso decisero allora di ritirarsi in quanto il loro comandante era appena stato ucciso.